Comparire tra i primi risultati di Google, è diventata oramai una delle ambizioni di tutti coloro che intendono investire nella visibilità all’interno del mondo del web.

Per il posizionamento all’interno dei motori di ricerca, si andrà ad incappare nella SEO, ovvero, la Search Engine Optimization, che si occupa di ottimizzare i contenuti del tuo website per mostrarsi al colosso dei motori di ricerca, Google. Esistono due tipi di ottimizzazione: onpage e offpage.

Per quanto riguarda l’ottimizzazione onpage, ci riferiamo alle trascrizioni di testi, che riguarda determinati elementi, nel corso di questo articolo ne abbiamo analizzati 6:

  • Title Tag: titolo dell’articolo
  • Meta description: Breve descrizione sotto al titolo
  • Url: Indirizzo web della pagina
  • H1 Tag: Titolo del paragrafo iniziale
  • Body: Contenuto pagine
  • Meta tag keywords: parole chiavi principali

Mentre per quel che riguarda il tipo di ottimizzazione offpage ci riferiamo alle seguenti attività:

  • Link popularity: analisi accurata dei backlinks
  • Trust: riguarda l’autorevolezza raggiunta dal dominio
  • Attività Sociale: numero di interazioni sui social

 

E’ molto importante tra l’altro scegliere un ottimo Hosting per il proprio sito, le caratteristiche principali che deve possedere un buon hosting sono la velocità ed un’assistenza continua.

La maggior parte degli utenti che iniziano a fare la SEO per il proprio sito web, inizialmente non hanno neanche idea di cosa si tratti, per cui sta al SEO specialist dargli delle delucidazioni a riguardo e spiegargli soprattutto che è impossibile conseguire un posizionamento SEO in un mese. La SEO è un’attività che richiede costanza e dedizione poiché il sito che abbiamo in questione, va curato ogni singolo giorno, in modo che Google si accorga “che gli stiamo dedicando tempo” ed in questo modo, quindi, sia in grado di valorizzarlo.

Detto ciò, l’ultima cosa che mi resta da dirvi è di rivolgervi subito ad un esperto del settore in modo che possiate risparmiare tempo e denaro.